Newsletter Principale

Questa newsletter contiene tutti gli indirizzi email degli iscritti.

Settimana del 2 ottobre 2016

Inviato da Franco Olearo il Gio, 09/29/2016 - 22:05

FamilyOscar

Inizia da questa settimana il sondaggio per comprendere qual è stato secondo voi, nella stagione 2015-2016, il film o la fiction TV che meglio ha trasmesso i valori della famiglia e della persona (selezione del FilmOro dell’anno). Al contempo vi chiediamo di indicarci qual è stato il film più adatto per tutta la famiglia, perché divertente per i ragazzi o particolarmente istruttivo (selezione del FilmVerde dell’anno).
Votate! Avete 4 settimane di tempo.

Indivisibili

Due ragazze unite al bacino dalla nascita, sono una fonte di guadagno per i loro familiari cantando nelle feste e nelle fiere e per questo vengono ostacolate quando decidono di volersi separare tramite un intervento chirurgico. E’ ben sviluppato il contrasto fra il degrado morale e affettivo da cui le due ragazze sono circondate e il legame interiore che le unisce, anche di più di quello fisico, e che dà loro la forza di lottare

Cafè Society

Puntuale come ogni anno, arriva nelle sale un film di Woody Allen. In questo Cafè society c’è tutto il Woody ma niente in particolare. Viene confermato il suo stile elegante, i dialoghi arguti, la nostalgia del tempo che fu, l’amore per il bello. La storia (il regista non si smentisce: una storia romantica che si poggia sul tradimento) non è invece particolarmente originale. Un film che si colloca a metà (fra quelli belli e quelli brutti) della sua vasta produzione, forse perché non ha trovato in Kristen Stewart la giusta musa che lo ispirasse, come era invece accaduto per Cate Blanchett (un Oscar) e Penelope Cruz (una nomination).

Il Regno di Wuba

Esce in DVD questo film cinese a tecnica mista (personaggi + animazione), che ha avuto un grosso successo in patria e che costituisce il primo serio tentativo cinese di realizzare un blockbuster adatto anche per il mercato internazionale.  Interessante lo spunto narrativo dell’apertura all’altro e il rispetto della sua “diversità” (soprattutto quando si tratta di un mostriciattolo) ma la presenza di frequenti scene di violenza non lo rendono adatto ai più piccoli.

Buona lettura dala Redazione di

www.familycinematv.it

 

Settimana del 22 ottobre 2012

Inviato da Franco Olearo il Ven, 10/19/2012 - 13:00

 

La votazione per FamilyOscar è terminata ed ecco il verdetto, da voi stessi stabilito:

Categoria FilmOro:

Primo: Quasi amici

Secondo: There be Dragons (Encontraras Dragones)

Terzo: Maria di Nazareth.

Categoria FilmVerde:

Primo: Hugo Cabret

Secondo: Le avventure di Tin Tin

Terzo: War Horse

Quasi amici ha stravinto quest’anno e se lo merita: la delicata ma divertente storia di un rapporto fra una persona bloccata sulla sedia a rotelle e il suo badante.

Molto significativa la seconda posizione: quella di un film che non è ancora uscito nelle sale italiane  perché nessun distributore lo ha ritenuto economicamente interessante ma che è stato visto in DVD con sottotitoli in italiano.

In terza posizione è stato dato il giusto merito  al serial della Lux Vide, molto ben fatto e ispirato.

Qualche sorpresa nella categoria FimVerdi: War Horse è apparso un film minore (ma ben fatto) che probabilmente è stato apprezzato perché esprime un sincero amore per i cavalli.

Questa settimana abbiamo dedicato la foto centrale a “I gladiatori di Roma” perché non possiamo fare il tifo per Igino Staffi che con questo lavoro prodotto in Italia (con qualche consulenza esterna) ha deciso di sfidare i giganti dell’animazione americana. I film è in effetti divertente e la grafica è di ottimo livello.

Tutti i santi giorni “ è un film del sempre nostro bravo Paolo Virzì: una giovane coppia entra in crisi nel cercare di avere un bambino. Peccato che il film presenta alcune scene di cattivo gusto collegate con la tematica della fecondazione assistita (vista criticamente) perché il racconto esalta  la forza trascinante della fedeltà.

La Redazione di

www.familycinematv.it

vi augura una buona lettura e vi ricorda che noi contiamo su un vostro sostegno generoso. Grazie.

Settimana del 16 novembre 2011

Inviato da Franco Olearo il Sab, 10/15/2011 - 21:48

Questa settimana invitiamo tutti i lettori a partecipare al FamilyOscar 2011: avete 4 settimane per indicare i vostri film preferiti nelle categorie FilmOro e FilmVerdi per la stagione 2010-2011. Votate!

"Cowboys & Aliens" è un tentativo di rinnovare il classico filone western mescolandolo con il genere sci-fiction ispirato a una nota graphic novel
ma è mancata la sinergia fra i due generi e il successo in USA è stato modesto.

Con "Amici di letto" ci troviamo già al terzo film, nel corso di quest'anno, che tratta il tema di come l'amicizia uomo-donna si può trasformare in amore ma il lavoro di di Will Gluck ha il merito di costruire con maggiore coerenza rispetto ad altri il rapporto tra i due e inserisce la loro confusione sentimentale nel contesto di relazioni familiari problematiche e non proprio banali.

"Tomboy" narra con sensibilità il momento di passaggio di una ragazza dalla fanciullezza all'adolescenza (si fa credere un maschio) ma non è privo di una certa ambiguità e il modo con cui il racconto è stato sviluppato ha finito per trasformarlo in un manifesto dell'ideologia dei gender.

Buona lettura dalla Redazione di:
www.familycinematv.it

Settimana del 2 ottobre 2011

Inviato da Franco Olearo il Dom, 10/02/2011 - 08:29

Questa settimana abbiamo posto in evidenza, nella foto grande della prima pagina "Un anno da ricordare", un interessante FilmVerde arrivato in homevideo: i film in sala di questa settimana non sono idonei per avere una tale attenzione sul nostro giornale.
"A dangerous method" che abbiamo recensito aveva delle potenzialità molto interessanti, in particolare il confronto fra i due diversi approcci alla psicoanalisi di Freud e Jung ma la realizzazione mostra una certa freddezza stilistica è la storia si concentra sul rapporto masochistico fra Jung e una sua paziente.
Non abbiamo recensito "Drive" che ha vinto il premio alla miglior regia all'ultimo Festival di Cannes perché pervaso di una violenza efferata quanto ingiustificata (un implicito compiacimento): il film è stato vietato ai minori di diciotto anni in Gran Bretagna, Canada, Irlanda, restricted ai 17 in USA. In italia è stato vietato ai minori di 14 anni.
Ungualmente non abbiamo pubblicato la recensione di "La pelle che abito", l'ultimo film di Pedro Almodovar: una storia poco credibile di sadismo e perversione, violenza e malessere esistenziale.
Buona lettura dalla Redazione di
www.familycinematv.it

settimana del 21 ottobre 2018

Inviato da Franco Olearo il Gio, 10/18/2018 - 11:25

FamilyOscar 2018

Se cliccate sul banner FamilyOscar, in alto nella pagina principale, trovate la lista dei migliori FilmOro e FilmVerdi della stagione 2017-2018.  Votate il vostro preferito! Avete quattro settimane di tempo.

Soldado

Questo sequel del film Il sicario, sui cartelli della droga messicana e del traffico di esseri umani verso il confine con gli Stati Uniti, è meno cruento del precedente e beneficia della firma del nostro regista Stefano Sollima, esperto nello sviluppo di action movie dal mitra facile (Suburra Gomorra). Ben realizzato nel suo genere, non trascura di approfondire la crisi di coscienza di chi vede ancora un risvolto umano nello sporco lavoro (non importa se dalla parte dei delinquenti o dei poliziotti) che è costretto a svolgere

22 July

Questo film programmato sulla piattaforma Netflix ricostruisce con grande rigore i fatti del 22 luglio 2011, quando un fanatico arrivò all’isola norvegese di Utoya uccidendo 67 persone. La volontà del regista di attenersi rigorosamente ai fatti pur nella drammaticità della situazione, finisce per attenuare la presa di interesse dello spettatore, che si trova davanti ai discorsi deliranti del criminale, all’applicazione ineccepibile della libertaria legislazione norvegese, trascurando di descrivere come quel popolo abbia saputo ritrovare la forza d’animo per confermare la fiducia nelle proprie istituzioni

Buona lettura dalla Redazione

www.familycinematv.it

abbiamo bisogno del vostro sostegno!

Settimana del 14 ottobre 2018

Inviato da Franco Olearo il Gio, 10/11/2018 - 16:45

Quasi nemici – L’importante è avere ragione

Il titolo in italiano del film accosta giustamente questo lavoro a un altro successo francese: Quasi amici – Intouchables perchè entrambi trasmettono messaggi particolarmente positivi. In questo caso un professore sospettato di avere idee razziste è costretto ad addestrare una studentessa immigrata per una gara di retorica fra le università francesi. I pregiudizi, da entrambe le parti cadranno e e ognuno dei due saprà essere utile all’altro in situazioni difficili

Un affare di famiglia

Il  regista giapponese Kore-Eda, che in precedenti film aveva già riflettuto sul tema dei rapporti all’interno di una famiglia,  ne presenta ora una molto particolare, appartenente al proletariato giapponese, che vive di piccoli furti e imbrogli. Si tratta di un racconto complesso, a più piani di lettura (Palma d’Oro al Festival di Cannes 2018) perché il regista sembra oscillare fra un’etica puramente utilitarista, chiusa all’interno di un micronucleo familiare e il sostegno a a un’etica dal respiro più ampio, che promuove la solidarietà sociale.  

Buone lettura dalla Redazione di

www.familycinematv.it

Settimana del 7 ottobre 2018

Inviato da Franco Olearo il Ven, 10/05/2018 - 08:13

L’Apparizione-FilmOro

Un altro film francese di analisi seria su un tema delicato: l’indagine che deve compiere la Congregazione delle cause dei santi del Vaticano per accertare la veridicità di un miracolo. Nella finzione si parla dell’apparizione della Vergine Maria a una giovane novizia e l’incarico viene affidato a un giornalista francese che ha fama di compiere indagini accurate. Contrariamente a Niccolò Ammanniti, che nella fiction Il Miracolo ha usato la scoperta di una statua della Madonna che piange nella sua pura funzione di evento destabilizzante per la vita delle persone coinvolte, poco interessato al miracolo in se, il regista-sceneggiatore Xavier Giannoli indaga su come quell’indagine scuota la coscienza dei protagonisti che si interrogano sulla solidità della loro fede o iniziano a valutare, per la prima volta seriamente, l’esistenza del soprannaturale

Manicac – Serie TV Netflix

Preceduto da un grande battage pubblicitario, è ora disponibile sulla piattaforma Netflix questo serial che ha come protagonista il premio Oscar Emma Stone. Un lavoro difficile da catalogare, che mescola un po’ di fantascienza con molta psicoanalisi e poi si dedica a realizzare parodie di film e serial famosi. Alla fine si tratta di un racconto che non si prende troppo sul serio ma che ha il merito di esaltare il valore dell’amicizia.

Buona lettura dalla Redazione di

www.familycinematv.it

Settimana del 30 settembre 2018

Inviato da Franco Olearo il Gio, 09/27/2018 - 09:48

Gli incredibili 2 – FilmOro

La Pixar non perde un colpo. Dopo 14 anni dal primo film su questa  famiglia superdotata che di giorno salva il mondo ma poi la sera si ritrova unita per la cena  e la mamma deve ricordare ai più piccoli di lavarsi le mani,  ecco che arriva un sequel che non tradisce le attese. Fa divertire i più piccoli con le spettacolari sequenze di action ma il messaggio trasmesso arriva forte e chiaro per tutti:  la forza di questa famiglia non sta tanto nei suoi superpoteri quanto la sua coesione: ognuno è solidale con gli altri e i problemi vengono affrontati con il contributo di tutti

Non dirlo al mio capo 2

Il segreto di questa serie che gravita intorno a uno studio di avvocati sta nella simpatia dei personaggi, sempre molto fragili ma anche pronti a chiedere perdono quando si accorgono di aver sbagliato. Le prime puntate hanno mostrato qualche difetto nell’armonizzare le componenti drammatiche (alcuni casi legali trattati riguardano la morte tragica di qualcuno) con la leggerezza delle competizioni amorose fra i protagonisti

Buona lettura dalla redazione di

www.familycinematv.it

settimana del 23 settembre 2018

Inviato da Franco Olearo il Gio, 09/20/2018 - 15:56

Una storia senza nome

Una ghost writer che lavora per un famoso sceneggiatore che ha completamente perso l’ispirazione, riceve da un misterioso personaggio notizie riservate sul furto di un quadro del Caravaggio compiuto dalla mafia nel 1969. Amori segreti, recupero di amori familiari ormai sepolti, minacce della mafia, intrighi ai più alti livelli politici: Roberto Andò ha realizzato un simpatico pastice che ha l’onestà di non prendersi troppo sul serio si/ci di diverte con una dose massiccia di riferimenti cinefili.

Molto rumore per nulla –FilmVerde

Abbiamo inserito nella categoria dei Film Classici questa trasposizione in pellicola della famosa commedia di Shakespeare di Kenneth Branagh del 1993, perché si presta bene a riflettere sull’amore coniugale e in particolare sull’originale relazione, piena di dispute e bisticci, fra i personaggi interpretati da Kenneth ed Emma Thompson, che mostrano di saper rinunciare volentieri a difendere la loro  orgogliosa libertà  per accogliere l’amore che è sbocciato

Buona lettura dalla redazione di

www,familycinematv.it

settimana del 16 settembre 2018

Inviato da Franco Olearo il Gio, 09/13/2018 - 11:30

Sulla mia pelle

Bisogna apprezzare la volontà di realizzare film come questo che, pur sapendo di andare incontro ad accoglienze contrastanti, lascia che il cinema continui ad assolvere il suo compito di stimolare discussioni, far riflettere, approfondire temi anche sgradevoli. L’autore Alessio Cremonini salta a piè pari la prevedibile domanda che circonda questo caso e che coinvolge i carabinieri che avrebbero picchiato Stefano (nessuna scena avvalla questa ipotesi) ma si concentra su un altro aspetto, ugualmente doloroso e che coinvolge emotivamente anche noi spettatori. Cosa succede quando una catena di persone compie il proprio lavoro secondo lo stretto indispensabile in modo che risulti legalmente accettabile, senza impegnarsi a comprende quell’essere umano che sta loro davanti e quali problemi abbia?

The Equalizer 2 – Senza perdono

La presenza di Denzel Washington in questo revenge movie ha contribuito senz’altro a decretarne il successo e il film era in testa al botteghino U.S.A. nella prima settimana di programmazione. E’ però di nuovo Denzel Washington (un devoto pentacostale) a determinare l’ambiguità etica che traspare dal film. Il protagonista si occupa di riportare giovani ragazzi sulla retta via, aiuta le persone anziane, ma di fronte ai delinquenti e ai traditori, non perdona ma  pratica la violenza più spietata.

Buona lettura dalla Redazione di

www.familycinematv.it